Cos’è il web “ecosostenibile” e come realizzare un sito eco-friendly

Come può un sito web, per definizione un prodotto intangibile, essere dannoso per l’ambiente? In che modo qualcosa di completamente virtuale esprime il proprio impatto sul mondo reale?
Nonostante quello che in apparenza potrebbe sembrare anche il web inquina. Il settore delle industrie IT infatti consuma ogni anno una media di 416,2 Twh (Terawattora). Per farla breve, se la rete fosse un paese geografico sarebbe il sesto consumatore mondiale di energia elettrica. Tutto il consumo di elettricità dato dalle server farm, ai data center che archiviano i siti web, alle reti di trasmissione fino ai nostri device consumano elettricità e, di conseguenza, producono emissioni nocive di carbonio.

La rete Internet è infatti responsabile di oltre il 2% delle emissioni globali di carbonio e, anche se potrebbe non sembrare molto, in realtà è la stessa percentuale di emissioni di gas serra dell’industria aeronautica. Carbon Footprint of the Internet #ecofriendly #internet (custommade.com)

ecosostenibiliPerché è importante investire nel settore green anche per l’industria IT?

Ci sono diversi dati che ci prospettano quale sarà l’impatto che le nostre decisioni avranno sull’ambiente e sulle generazioni future (Lo stato dell’ambiente in Europa nel 2020: urge un cambio di rotta per affrontare le sfide poste dai cambiamenti climatici, invertire il processo di degrado e assicurare il benessere alle generazioni future — Agenzia europea dell’ambiente). Ultimamente, complici la diffusione di queste tematiche anche sui social network, sempre più persone e in particolare le nuove generazioni cercano di vivere in modo più eco-sostenibile, così da ridurre al minimo il loro impatto ambientale: attraverso il riciclaggio, la riduzione del consumo energetico, la riduzione nell’acquisto di prodotti dell’industria del fast fashion, il cambiamento della loro dieta…

Inoltre negli ultimi anni abbiamo potuto assistere ad un aumento dei prodotti commercializzati come “green” o eco-friendly.
Raramente però abbiamo visto questa terminologia applicarsi ai siti Web o all’industria di Internet in generale. La causa principale è da ricercarsi nella scarsa consapevolezza che gli utenti hanno dell’impatto ambientale dell’attività online anche se, come accennato all’inizio di questo articolo, è piuttosto significativo.

Già nel 2016 il settore IT era responsabile di circa il 7% (Clicking Clean: Who is winning the race to build a green internet? Report 2017 Greenpeace) del consumo globale di elettricità dovuto a due fattori incrociati: la tecnologia utilizzata per alimentare il Web e il numero in enorme crescita che ogni giorno accedono alla rete.
A partire dal 2019, ci sono oltre 4,3 miliardi di utenti Internet attivi nel mondo (World Internet Users Statistics and 2021 World Population Stats (internetworldstats.com)) e si prevede che questo numero aumenterà sempre di più man mano che un numero maggiore di persone ottiene l’accesso alla rete e man mano che sempre più aziende si affacciano al mondo digitale, cambiamento che ha avuto una rapida impennata a partire dai primi mesi del 2020, complice la pandemia di Covid-19.

Per questo motivo, proprio come nel mondo reale, è importante adottare misure per ridurre l’impatto che il web ha sul clima e sull’ambiente. E il modo migliore per farlo è cominciare dal tuo sito web.

Quali sono i vantaggi?

Creare un sito ponendo un’attenzione in più all’ambiente comporta numerosi vantaggi sia per la tua azienda che per i tuoi clienti:

  1. Ridurre le emissioni di carbonio: la transizione a un sito Web più ecologico è un passo importante per ridurre la tua impronta di carbonio.
  2. Creare una connessione con i tuoi clienti: i consumatori stanno diventando sempre più attenti all’ambiente (Global Consumers Seek Companies That Care About Environmental Issues – Nielsen). Di conseguenza, cercano anche aziende che si occupino di questo argomento (Greenpeace #ClickClean) e essere in prima linea nella battaglia per la sostenibilità ambientale potrebbe essere una strategia vincente per attirare nuovi clienti.
  3. Migliorare i tuoi profitti: optare per modi più ecologici per gestire la tua presenza sul web può spesso coincidere con una maggiore facilità d’uso e una maggiore qualità del sito.

sito_web_sostenibile

Come rendere più green il nostro sito web

Per rendere il tuo sito web più “eco-sostenibile” possiamo seguire alcuni step:

  1. Assicurarsi di scegliere il giusto web host web: Uno dei passaggi più importanti da seguire per ridurre l’impatto ambientale del nostro sito è trovare un host web che abbia lo stesso obiettivo di sostenibilità. Le società di hosting possiedono i data center fisici che contengono le diverse risorse disponibili in rete. Il modo in cui queste società alimentare le proprie macchine ha un impatto diretto sul nostro sito web (Where Does The Internet Get Its Energy? Tech Companies’ Power Sources, (fastcompany.com)). Di conseguenza, il primo passo per migliorare l’impronta di carbonio del nostro sito è scegliere un host “green”, ossia una società che alimenti i suoi server con energia pulita e rinnovabile.
  2. Alimenta la tua azienda con energie rinnovabili: chiunque abbia una professione nel mondo digital è probabile che utilizzi diversi device per lavorare che consumano energia. Pertanto sottoscrivere un contratto con una fornitura di energia che utilizza energie rinnovabili potrebbe essere una carta vincente.
  3. Crea siti web dal design ecologico: più complicato è il design di un sito, più energia consumerà quando verrà caricato da un utente. Ogni elemento di un sito – la grafica, le animazioni, il codice… – hanno un impatto sull’impronta energetica. I siti che si caricano lentamente assorbono più energia, così come le frequenti richieste al server. Azioni semplici come usare meno widget Javascript, ridurre il numero di immagini e video e ottimizzare il sito per il caricamento può fare una grande differenza. Concentrandoti su ciò che è assolutamente necessario, potresti anche rendere il tuo sito più user friendly nel processo (Your Website Is Way Too Confusing: Simplify Your Website With The KISS Rule (neilpatel.com)). Inoltre la velocità della pagina è un fattore di ranking per Google, anche per i dispositivi mobili, lavorare su questo aspetto è fondamentale anche per far salire il tuo sito nella SERP.
  4. Educa i tuoi visitatori: rendere i tuoi utenti consapevoli del modo in cui la tua azienda si stia impegnando sul fronte della sostenibilità ecologica è un passo importante per creare affinità con i visitatori.

Come abbiamo potuto approfondire nel corso di questo articolo gestire un sito web più ecologico non è complicato. A causa della sua natura virtuale, è facile dimenticare le conseguenze impattanti che Internet può avere anche nella vita reale e sul nostro futuro ambientale. Con un numero sempre maggiore di utenti che accedono al web, gli effetti non potranno che aumentare. Di conseguenza questo è il momento migliore per prendere provvedimenti e ridurre la nostra impronta di carbonio: reale e virtuale.