Migliorare la propria strategia di web marketing con l’utilizzo dei differenti tipi di “visual content” scelti in base agli obiettivi del brand.

Come il web marketing ci insegna l’utilizzo del “visual content ha sempre avuto un forte engagament.

Per suscitare l’interesse per un brand è necessario produrre contenuti interessanti. I “visual content” sono un valido strumento per informare, educare ed intrattenere.

Sono quelli, come ci riporta questa infografica, che più ricordiamo (90% circa), che ricevono più click  (94% circa) e soprattutto quelli che destano maggiore curiosità.

Per una strategia di web marketing possiamo utilizzare diversi tipi di “visual content“, da scegliere sempre in base al canale, l’identità del nostro brand e dal target:

  • Foto/immagini
  • Video
  • GIF animate
  • Infografiche
  • Meme

1. Immagini

Visual Content

Prendiamo ad esempio l’articolo di un blog. Se nel nostro articolo inseriamo delle immagini significative a corredo del testo, chi legge sarà più invogliato a continuare la lettura fino alla conclusione. Questa pratica è ancora più utile su mobile in cui lo spazio ridotto della finestra aumenta notevolmente la lunghezza dei blocchi di testo ed avere delle immagini come punto di riferimento visivo agevola chi legge.

2. Video

I video sono probabilmente il “visual content” più efficace per aumentare la percentuale di “engagement”. La loro realizzazione comporta un dispendio sostanziale di risorse (tempo/budget) ma se professionali e in linea col proprio brand possono avere un ottimo riscontro.

Ci sono diversi tipi di video tra cui scegliere: dai video tutorial, ai video dimostrativi sull’utilizzo di un prodotto o video testimonial del prodotto. La scelta, dobbiamo tenerlo a mente, dipende sempre dalla nostra strategia.

3. GIF Animate

Fino a poco fa sembravano destinate al declino ma così non è stato. Da quando Facebook le ha introdotte le GIF hanno subito riscosso un grande successo. Questo tipo di visual content possiamo considerarlo a metà tra le foto ed i video. Ci consentono di usufruire del fascino delle animazioni e di raccontare con i fotogrammi ma sono più immediate dei video anche per la durata (in genere le gif sono brevi). Questo vuol dire contenuti più stringati rispetto ai video ma che raccotano in “poco spazio” rispetto ad una serie di immagini affiancate.

4. Infografiche

Le infografiche sono uno strumento valido per rendere più comprensibili dati complessi e statistiche mediante l’uso equilibrato di elementi grafici. Sono molto utili anche nelle landing page o sui social per spiegare in modo semplice e coinciso le caratteristiche e i vantaggi di un prodotto o di un servizio. Nelle infografiche è importante il design che deve essere impattante e curato. Il designer deve essere in grado di combinare tutti gli elementi per mettere in evidenza i contenuti e i dati più importanti ed essere chiaro.

Visual Content Infografica

5. Meme

Il meme è una immagine che può suggerire significati differenti a seconda della persona che la interpreta. Sono immagini che hanno un taglio umoristico e mirano ad intrattenere. Sono tra i contenuti più condivisi poichè si basano su abitudini e comportamenti nelle quale le persone si riconoscono. La decisione del creare dei meme per un brand deriva soprattutto dal target. In genere sono i giovani ad esserne attratti.

I #VisualContent sono uno strumento valido a supporto delle #DigitalStrategy Condividi il Tweet

Se sei interessato a sviluppare una strategia di Visual Content Marketing, contattaci per un preventivo gratuito.