Suggerimenti per la progettazione di siti di vendita di prodotti online

Sono passati un po’ di anni ormai dal primo acquisto online in Italia.
Oggi con l’incremento dell’utilizzo di Internet, è aumentato anche il numero di utenti che acquistano online perchè più conveniente o semplicemente per comodità.

Cimentarsi nella realizzazione di siti ecommerce vuol dire anche dover considerare che differenze ci sono rispetto all’acquisto tradizionale. La poca predisposizione dell’utente a rilasciare le informazioni personali ci obbliga a semplificare questa fase per ridurre il più possibile la percentuale di carrelli abbandonati.

Vendita prodotti online

Di seguito alcuni accorgimenti per semplificare l’esperienza d’acquisto e incrementare le vendita dei prodotti online nel proprio shop.

 

Richiedere solo informazioni necessarie all’acquisto

Ridurre al minimo possibile le informazioni per la registrazione per passare velocemente all’acquisto. Anche in questa fase stabilire quali sono campi utili evitando la richiesta di dati superflui.

 

Mettere ben in evidenza i costi

Essere chiari e trasparenti da subito, fornendo uno specchietto preciso dei costi (prezzo del prodotto, spese di spedizione, ecc…). Per l’utente è molto fastidioso scoprire ulteriori costi in fase di finalizzazione dell’acquisto.

 

Ottimizzare il sito per mobile

Sappiamo quanto è importante avere oggi un sito responsive. Se il processo di acquisto è già una questione delicata sugli schermi desktop, lo è ancora di più sui dispositivi mobile dato lo spazio ridotto. Per questo motivo la progettazione dell’interfaccia deve essere studiata al meglio per poter conquistare quella fetta di potenziali acquirenti che scelgono di navigare dai dispositivi mobile.
Per saperne di più: Leggi articolo

Vendita prodotti online e mobile
#ecommerce e #mobile per ampliare le possibilità di vendita online Condividi il Tweet

 

Organizzare il carrello in step (con riferimenti visivi che indichino l’avanzamento dell’acquisto)

Fornire indicazioni sula fase di acquisto in cui l’utente di trova attraverso soluzioni grafiche chiare (per esempio, immaginare un’interfaccia a step in cui hai riferimenti su dove ti trovi, sugli step appena conclusi e cosa manca per concludere l’acquisto. Qui di seguito un’immagine per spiegare questo concetto:
Organizzare il carrello in step

 

Rimuovere gli elementi di disturbo ed evidenziare ciò che è importante

Qualche volta potremmo esagerare nell’evidenziare troppi elementi, perdendo di vista quelli più importanti. Dobbiamo sempre facilitare l’utente, non distrarlo con cose inutili. Evitare quindi immagini, link e bottoni superflui e, al contrario, evidenziare ciò che è importante per permettere all’utente di finalizzare l’acquisto in poco tempo.

 

Utilizzo moderato dei coupon

Prevedere l’uso di codice coupon a sostegno della strategia per incrementare la vendita dei prodotti online è un’arma a doppio taglio. L’utente che ha il codice coupon sarà ben contento di usufruirne, ma dobbiamo considerare anche tutti quelli che non ne hanno.
Chi non ha a disposizione coupon potrebbe pensare di interrompere l’acquisto per navigare il sito in cerca di coupon. Questo significherebbe l’abbandono del carrello e quindi l’interruzione dell’acquisto. Sarebbe più efficace, per esempio, prevedere promozioni aperte agli iscritti in alcuni periodi dell’anno.

 

Pagina di riepilogo chiara (sui costi e sui dati di spedizione)

Creare una pagina (o una email) di riepilogo in cui sono riportati i costi e tutti i dati di spedizione come ulteriore conferma.
Se decidi di investire risorse nello sviluppo di ecommerce assicurati di farlo al meglio!
Noi di Futuraweb possiamo aiutarti per realizzare un ecommerce di successo. Contattaci!

Altre Fonti
http://www.slideshare.net/thesyncline/ecommerce-checkout-practices-for-maximum-conversions