Come rendere efficace la presenza dei brand online con il Mobile Marketing e i Micro-Momenti

L’accesso ad internet da mobile ha radicalmente cambiato il modo di utilizzo della rete: oggi è possibile connettersi in qualunque momento e da qualunque luogo.

La sintesi dei dati di Audiweb di quest’anno ci dimostra quanto la percentuale di persone che si connettono da Desktop continui a diminuire a favore degli Smartphone e Tablet.

Per questo motivo è necessario che le aziende si adeguino alle nuove necessità investendo nel Mobile Marketing.

 

Cosa significa?

Fare Mobile Marketing significa allontanarsi dal Marketing di comunicazione di massa e avvicinarsi ad un tipo di comunicazione sempre più segmentata. La customer journey non è più la stessa poichè non è più scandita da fasi ben precise che si susseguono l’una all’altra ma si basa su istanti. Questo vuol dire progettare contenuti in risposta alle esigenze dell’utente, nel momento giusto.

Sulla base di queste nuove abitudini, Google ha stabilito 4 momenti chiave dell’utilizzo della rete e li ha chiamati Micro-Momenti.

I Micro-Momenti sono quegli istanti nell’arco di una giornata in cui si manifesta un bisogno. La ricerca di una soluzione a questa necessità corrisponde spesso ad una ricerca su internet. Per le aziende è importante riuscire a individuare questi micro-momenti per sviluppare una strategia di mobile marketing efficace.

 

I Micro-Momenti di Google

Micro-Momenti e Mobile Marketing

Secondo Google i 4 Micro-Momenti principali che le aziende dovrebbero conoscere per sviluppare le proprie strategie sono:

 

I-Want-to-Know Moments (voglio sapere)

Questa è una fase in cui l’utente non è ancora deciso ad acquistare un prodotto/servizio ma vuole saperne di più a riguardo.

I-Want-to-Go Moments (voglio andare)

L’utente ricerca un’attività o un negozio che possa soddisfare la propria esigenza. Questa è un’occasione d’oro per i brand poichè è questo il momento in cui la percentuale di essere “notati” aumenta in maniera considerevole, soprattutto se ci si trova in prossimità dell’area di ricerca.

I-Want-to-Do Moments (voglio fare)

Con internet la ricerca delle risorse per imparare qualcosa di nuovo o per essere aiutati in delle attività è sempre in aumento. I brand dovrebbero sfruttare questa fase perché dimostrerebbero di essere vicini ed utili ai propri utenti nonostante l’incertezza di avere un “ritorno in acquisto”.

I-Want-to-Buy Moments (voglio comprare)

Il momento sicuramente più interessante per i brand. Per condurre l’utente all’acquisto però bisogna esserci con il prodotto giusto nel momento giusto. Perciò in questa fase è necessario aiutare l’utente a decidere e soprattutto supportarlo durante l’acquisto.

In tutti questi Micro-Momenti gli utenti vogliono quello che desiderano, nel momento in cui lo desiderano e sono attratti dalle aziende che riescono a realizzare questi desideri.

Micro-Momenti

Cosa possono fare allora le aziende?

– provare ad anticipare i micro-momenti del proprio target e sostenerli nel momento giusto;

– rispondere ai bisogni degli utenti attraverso un’esperienza digitale veloce a soddisfare queste richieste;

– sviluppare la comunicazione dei propri canali con una strategia coerente e valida;

– considerare sempre il contesto in cui avviene una ricerca per riuscire a dare la giusta risposta;

– essere originale nei contenuti;

– analizzare le abitudini dei nostri utenti per capire in che dove collocarsi per trovare un punto di incontro;

 

Individuare i #MicroMomenti per sviluppare una strategia di #MobileMarketing di successo Condividi il Tweet

Tutte queste attività se svolte nel modo giusto consentono alle aziende di sviluppare una strategia di Mobile Marketing efficace tale da riuscire ad emergere nel mare di contenuti della rete.

Se vuoi investire in attività di Mobile Marketing, contattaci per un preventivo gratuito.

 

Link utili

 https://www.thinkwithgoogle.com/collections/micromoments.html

– https://www.thinkwithgoogle.com/research-studies/micromoments-guide-pdf-download.html